Cerca
nel Sito

Loading
 

 
Una bella esperienza formativa per gli studenti della classe 1ª B, protagonisti del progetto Invalsi
«Scuola e Territorio: un'unica realtà» - Nel corso del progetto
i ragazzi hanno ripulito una parte del cortile della scuola, piantandovi fiori e arbusti
Taurianova, Festa di Primavera
alla scuola Media «Natale Contestabile»

La bella manifestazione si è svolta a conclusione del progetto Invalsi «Scuola e Territorio: un'unica realtà», con gli studenti della Classe 1ª B e come referente di progetto la professoressa Gabriella Luverà. La scuola è diretta con grande professionalità dal dirigente scolastico professor Teodoro Loiacono, che ha fatto da perfetto padrone di casa durante la giornata dedicata alla Festa di Primavera (nella foto sopra mentre parla agli studenti), alla quale è intervenuto il sindaco di Taurianova, dottor Domenico Romeo, che ha ha portato i saluti dell'Amministrazione comunale. In questa pagina ci piace pubblicare i commenti di due studentesse della 1ª B, Azzurra Larosa e Giuliana Mammone, sulla bella esperienza che hanno vissuto partecipando al progetto «Scuola e Territorio: un'unica realtà»; commenti scritti davvero molto bene (complimenti per la proprietà di linguaggio) e attraverso i quali spiegano il percorso e le finalità del progetto stesso.

Azzurra: «questo progetto mi ha regalato forti emozioni»

ll'inizio dell'anno scolastico, nel mese di settembre 2012, tutti noi ragazze e ragazzi al primo anno di scuola Media ci facevamo tante domande e fra queste ci chiedevamo chissà a quale progetto prenderemo parte. Dopo un mesetto la nostra domanda ebbe una risposta: il nostro corso è stato scelto per il progetto «Scuola e Territorio: un'unica realtà». Noi eravamo, e siamo, entusiasti perché è una esperienza diversa dai soliti progetti pomeridiani, infatti la nostra felicità è stata alimentata sempre più da bellissimi pomeriggi passati insieme, da bellissime esperienze e visite passate in armonia con la natura; oltre al lavoro pratico però noi ci siamo impegnati e cimentati nel lavoro su cartelloni e ricerche, nello scegliere foto per creare poster e collage e inoltre ci siamo cimentati anche nel preparare dolci e torte che abbiamo portato alla festa di conclusione di questa meravigliosa esperienza.
   Secondo il mio punto di vista, questo progetto è stato uno dei modi più belli per conoscere la natura e soprattutto per capire quanto ci regala e ci può regalare l'elemento naturale, che forse qualche volta sottovalutiamo. Nel corso dei lavori ho provato forti emozioni che poche volte ho provato nella mia vita e spero di poter rifare un'esperienza di questo genere.

Azzurra Larosa

 

Giuliana: «Io ho dato il massimo
e ho scoperto e imparato molte cose sulla natura»

el mese di settembre 2012 è cominciato il progetto «Scuola e Territorio: un'unica realtà», che consisteva nel ripulire al meglio una parte del cortile della nostra scuola «Natale Contestabile» e piantarvi fiori e arbusti. In questo progetto noi studenti della classe 1ª B e gli insegnanti ci siamo impegnati per sistemare il nostro cortile togliendo tutti gli elementi dannosi per il nostro ambiente, e anche per renderlo presentabile a tutti. Io ho dato il massimo, e con me anche tutti gli altri, dando così ottimi risultati.
   Mi sono divertita molto, e ho scoperto e imparato molte cose sulla vegetazione e sull'inquinamento, andando in visita ai vivai e facendo cartelloni con la mia classe. Spero che il prossimo anno potremo continuare questo progetto, per sistemare l'altra parte del cortile e per documentarci su altre piante e animali, andando in vivai più grandi e aiutando l'ambiente.

Giuliana Mammone

(Pubblicato il 22 aprile 2013)


SlideShow
 

Guarda il video
 

Clicca all'interno della foto sotto e vai al servizio (con video)
sulla visita della 1ª B a un'azienda florovivaistica


Guarda il nostro Canale-Video Clicca MrTonicond's Channel


© 2013 Toni Condello - www.ilgiornaledellapianadigioiatauro.it - Mail: tonicond@alice.it

L'utilizzo dei contenuti di questo Sito è consentito solo per uso personale, senza comunque modificare, in tutto o in parte, i contenuti stessi.
Sono pertanto vietate riproduzione e divulgazione per scopi diversi senza preventiva autorizzazione.