Cerca nel Sito

 
La Rassegna 2013 organizzata dall'Associazione professionale cuochi calabresi,
di cui è presidente lo chef palmese professor Giuseppe Sgrò,
è la più importante manifestazione nazionale dedicata all'arte gastronomica
Cucina, pasticceria, sculture artistiche:
le eccellenze culinarie «made in Calabria»
in gara e in mostra ad Altomonte

a più importante manifestazione nazionale dedicata all’arte gastronomica, la Rassegna di Cucina, Pasticceria e Sculture Artistiche organizzata dall’Associazione Professionale Cuochi Calabresi, quest’anno è andata in scena per la prima volta in provincia di Cosenza, ad Altomonte, uno dei borghi più belli d’Italia. Lunedì 25 novembre sono accorsi in questa incantevole località, per contendersi gli ambiti titoli messi in palio dall’Associazione presieduta dal prof. Giuseppe Sgrò , centinaia di chef, pasticceri e allievi delle Scuole Alberghiere provenienti da tutta Italia e dall’estero. Grazie alla preziosa collaborazione della Famiglia Barbieri, nota per la grande competenza e modello di ospitalità e di salvaguardia delle tradizioni gastronomiche locali, l’evento è stato ospitato all’interno del salotto buono di Altomonte, il “Palazzo dei Giacobini”, un’antica e prestigiosa dimora gentilizia completamente ristrutturata e location ideale per grandi eventi del genere. Il talento e la straordinaria abilità dei numerosissimi partecipanti è riuscita ancora una volta a mettere in risalto, in un così elegante contesto, il lato artistico della cucina, dando vita ad una straordinaria mostra di capolavori! I concorsi hanno preso il via sin dalle prime ore del mattino, con la terza edizione della Gara della Ristorazione Professionale , spettacolare competizione di “cucina calda”, dal vivo, in cui una selezione di chef in rappresentanza di tutte le regioni italiane e di Malta si è sfidata ai fornelli di fronte ad un folto pubblico, accomodato in platea. Come in un vero e proprio cooking show, 34 concorrenti si sono avvicendati per tutta la giornata, su tre postazioni, per preparare i loro piatti in 45 minuti, sotto lo sguardo vigile dei commissari di gara (gli chef Antonio Chirico e Bruno Mamone, il prof. Giuseppe Strangi ) e della Giuria Tecnica, composta da chef di esperienza internazionale: Antonio Del Sole , Giuseppe Spina ed Enzo Cannatà. Passaggio dopo passaggio, ogni concorrente ha dovuto preparare la propria ricetta, originale ed innovativa, in quattro porzioni, sottoponendole immediatamente, ancora calde, alla degustazione e al giudizio della Giuria Tecnica, che ha preso in esame, oltre alle qualità organolettiche, anche aspetti estetici ed artistici (creatività, accostamenti cromatici, equilibrio di forme e proporzioni) e altri più tecnici, come la mise en place, la perizia nell’esecuzione, i valori nutrizionali, l’abbinamento enologico. Dalla collaborazione con l’INAP (Istituto Nazionale Assaggiatori Pane), che ha sede proprio ad Altomonte, dove ogni anno si svolge la celebre Gran Festa del Pane, è nata l’idea di sottolineare l’importanza che questo prezioso alimento riveste nel campo della ristorazione, invitando i concorrenti ad abbinare ai loro piatti una tipologia di pane tipico, concorrendo così all’assegnazione di un particolarissimo premio speciale e alla realizzazione di una singolare collezione di pani tradizionali, rari e di nicchia.
   Mentre la Gara della Ristorazione entrava nel vivo, tutti gli eleganti ambienti del Palazzo dei Giacobini si sono animati grazie alla vivace e operosa invasione delle innumerevoli giacche bianche degli chef e dei pasticceri, impegnati nella realizzazione delle opere destinate a concorrere nelle tre tradizionali sezioni della Rassegna Artistica: Cucina, Pasticceria e Sculture; in questo tipo di competizioni i regolamenti internazionali prescrivono soltanto l’impiego di prodotti commestibili, a garanzia dell’imprescindibile legame con il mondo della cucina, ma tutte le opere, realizzate esclusivamente per l’esposizione, hanno brillato per raffinatezza, originalità e cura del dettaglio, al punto da sembrare autentiche opere d’arte! Strabilianti come sempre le creazioni della categoria Sculture, realizzate con svariati materiali e tecniche di lavorazione (cake design, margarina, zucchero, pasta di pane, cioccolato, ecc). Visto l’altissimo livello delle opere in gara, non è stato facile decretare i vincitori per la Giuria, formata da chef esperti in ogni specialità: Joseph Vella, Francesco Mazzei, Rocco Iannì e Marcello Del Cuore. Grande novità di quest’anno è stato il debutto del Campionato dell’Intaglio Vegetale, dove si sono sfidati i maggiori cultori italiani di questa raffinata arte, che consente di ricavare delicate figure floreali o animali mediante l’intaglio di comune frutta o verdura. Giudici di questa categoria sono stati i maestri Antonio De Lorenzis, Nico Scalora e Giorgio Rimmaudo.
   Nel contesto della Rassegna annuale per professionisti non poteva mancare il parallelo concorso riservato alle Scuole Alberghiere, unico nel panorama nazionale in quanto formato esclusivo dell’Associazione Professionale Cuochi Calabresi, ribattezzato per l’occasione Trofeo “Parco Nazionale del Pollino”, in onore dell’omonimo ente che ha patrocinato il concorso. A differenza dei professionisti, che hanno gareggiato individualmente, le Scuole si sono sfidate a squadre, formate dagli allievi guidati dai loro docenti, cimentandosi nella realizzazione di un menù completo, dall’antipasto al dolce. Consentendo ai giovani partecipanti di lavorare fianco a fianco con i migliori professionisti. Il Trofeo costituisce da sempre una straordinaria opportunità formativa: apprendere direttamente, osservando e confrontandosi con chi lavora già ai massimi livelli, entusiasma gli allievi delle Scuole e ne alimenta la passione e l’interesse verso un settore che, in Italia, è anche espressione di un rilevante fenomeno culturale, uno dei pochi in grado di avvicinare vecchie e nuove generazioni, in un processo continuo di trasmissione di saperi e tradizioni gastronomiche, che costituiscono un aspetto rilevante della nostra identità nazionale. Dopo un attento esame, a porte chiuse, da parte della Giuria, è stato aperto al numeroso e impaziente pubblico il salone espositivo, con la collezione di opere al gran completo: meraviglia e ammirazione hanno accomunato tutti i visitatori, stupiti da ciò che i cuochi e i pasticceri italiani riescono a realizzare, partendo da semplici prodotti alimentari! Varie emittenti televisive hanno immortalato le opere e seguito le diverse fasi della manifestazione: le troupe di RaiTre, TeleCosenza e Anna Aloi, conduttrice del programma di cucina “A Casa Tua” su VideoCalabria. Dopo un’intensa giornata di gare, la manifestazione si è conclusa presso l’ Hotel “Barbieri” con una squisita Cena di Gala, ispirata alla gastronomia ed ai piatti tipici cosentini, preparata e servita dal personale dell’Hotel con il fondamentale supporto di un gruppo di allievi dell’ IPSAR “Karol Wojtyla” di Castrovillari (CS) , che ha curato anche il ricevimento dei partecipanti.
   Prima di procedere, tra una portata e l’altra, alla premiazione dei vincitori, il Presidente Sgrò e il padrone di casa Enzo Barbieri hanno voluto ringraziare tutte le aziende che hanno reso possibile la realizzazione dell’evento e le Istituzioni che lo hanno patrocinato: la Regione Calabria - Assessorato al Turismo, la Provincia di Cosenza , il Comune di Altomonte e il Parco Nazionale del Pollino . Una parentesi speciale è stato il conferimento della cittadinanza onoraria di Altomonte da parte del Sindaco Gianpietro Coppola allo chef calabrese Francesco Mazzei, membro dell’Associazione Profofessionale Cuochi Calabresi che a Londra, nel suo ristorante “L’Anima”, porta alto il nome della cucina e dei prodotti “made in Calabria”.
   I primi conferimenti hanno riguardato i tradizionali premi speciali: Valorizzazione del Territorio, per la migliore esaltazione di un prodotto tipico, ed Effetto Artistico – “Arte da Gustare con gli occhi”, per i lavori frutto delle idee o delle tecniche di esecuzione più originali. In collaborazione con l’Accademia del Bergamotto, anche quest’anno l’Associazione Professionale Cuochi Calabresi ha conferito un prezioso premio speciale, realizzato appositamente dall’illustre Maestro Orafo Gerardo Sacco, al concorrente che meglio ha esaltato, impiegandolo nel suo piatto, il Bergamotto, caratteristico e pregiato agrume del territorio reggino: l’ambito riconoscimento è andato allo chef Pierluigi Vacca (Calabria), che nella Gara della Ristorazione Professionale ha proposto il piatto: “Insalatina di stocco e cardo novelli crudi con melograno e olio di bergamotto accompagnato da un gelato all'olio extravergine”. I premi speciali del 6° Trofeo “Parco Nazionale del Pollino” sono stati conquistati dall’ IIS “E. Lussu” di Alghero (VV) (Valorizzazione del Territorio) e dal Centro di Formazione CNOS FAP di Gela (KR) (Effetto Artistico). Si è aggiudicato l’imponente Trofeo “Parco Nazionale del Pollino”, realizzato in terracotta da artigiani calabresi, la squadra di ChefMalta (che, con questa terza affermazione, adesso guida l’albo d’oro), che ha preceduto, nell’ordine, il Centro Enogastronomico di Laureana di Borrello (RC) e l’IIS “Alfio Moncada” di Lentini (SR). L’IPSAR “G. Gangale” di Cirò Marina (KR) si è aggiudicato il Premio Speciale “Città di Altomonte”, assegnato dall’Amministrazione Comunale. Nella Terza Gara della Ristorazione Professionale, si è classificata al primo posto la chef calabrese Francesca Narcisi (già Junior Chef della Nazionale Italiana Cuochi). Secondo posto per lo chef maltese Casey Fenech, mentre è salito sul terzo gradino del podio lo chef campano Giovanni Ripa. Il Premio Speciale INAP è stato assegnato alla giovanissima chef sarda Maria Francesca Biddau, autrice del piatto “Pane frattau al profumo di Bergamotto”: l’originalissimo trofeo, una maida artigianale in legno, per impastare il pane, è stato consegnato alla vincitrice dal Direttore dell’INAP Walter Cricrì. Il primo titolo di Campione d’Intaglio Vegetale è stato conquistato da Giovanni Speciale, che ha ricevuto in premio un’esclusiva scultura in vetrofusione, plasmata in esemplare unico e donata per l’occasione dall’ Associazione Culturale Anassilaos di Reggio Calabria; seconda classificata è giunta Ilenia Petronio e terzo classificato Antonino D’Alessio.
   RASSEGNA ARTISTICA: nella sezione Sculture si è imposta la cake designer Cetta Cuppari (già vincitrice assoluta del “Glamour Italian Cake” al SIGEP di Rimini), che ha preceduto Ferdinando Esposito e Cosimo Panaia. È stato proclamato vincitore nella Pasticceria Jesmond Borg, seguito al secondo e al terzo posto dai fratelli Salvatore e Vincenzo Forte. Nella categoria Cucina primo classificato ancora Vincenzo Forte, che ha preceduto Francesco Grieco e Gordon Amato (per tutte le posizioni dal 4° al 6°). Il Premio individuale “Città di Altomonte” è stato infine assegnato all’opera d’intaglio dello chef Domenico Santoro di Villa San Giovanni (RC). Rinnovando l’appuntamento alla Rassegna del 2014, il Presidente Sgrò ha voluto ringraziare, in conclusione, tutti i partecipanti, artefici dell’ennesimo, straordinario successo dell’evento, complimentandosi con loro per lo straordinario talento e le meravigliose creazioni realizzate.

(Pubblicato il 24 dicembre 2013)
 

Foto sopra, La premiazione di Francesca Narcisi, prima classificata alla Terza Gara della Ristorazione Professionale (Rassegna 2013 di Altomonte) da sinistra, il presidente dell'Associazione professionale cuochi calabresi Giuseppe Sgrò, la chef vincitrice e il dottor Guido Agnello, rappresentante dell'Azienda Demetra, che ha patrocinato questa categoria di gara.

Foto in alto, la premiazione della squadra del Centro Enogastronomico di Laureana di Borrello (RC), seconda classificata al 6° Trofeo "Parco Nazionale del Pollino" (riservato alle Scuole): Samuele Sofrà, Michele Schiavone, Bruno Mammone, presidente Giuseppe Sgrò, Antonio Chirico, Domenico Sigillò e Rocco Nicolaci.

Foto sotto, una fase della gara in cucina.

Foto riprese dalla pagina Facebook dell'Associazione Professionale Cuochi Calabresi: https://www.facebook.com/cuochicalabresi?fref=ts

 

 


Seguici su  

Guarda il nostro Canale-Video Clicca MrTonicond's Channel


© 2013 Toni Condello - www.ilgiornaledellapianadigioiatauro.it - Mail: tonicond@alice.it

L'utilizzo dei contenuti di questo Sito è consentito solo per uso personale, senza comunque modificare, in tutto o in parte, i contenuti stessi.
Sono pertanto vietate riproduzione e divulgazione per scopi diversi senza preventiva autorizzazione.