Cerca
nel Sito

Loading
 

 
Polistena - Marcia-Fiaccolata della Pace di Capodanno 2013 con il Vescovo Mons. Milito
don Pino Demasi, i sindaci della Piana e i migranti africani della tendopoli di San Ferdinando
La cittadinanza ha partecipato compatta assieme al sindaco Michele Tripodi
a testimoniare che la città è da sempre schierata per la pace, la libertà, la democrazia
Una fiaccolata di speranza e di fede
 
 
arcia e fiaccolata della Pace per le strade di Polistena. E questo è il 25° anno. Un impegno sociale, civile, umanitario, solidale, delle Associazioni «Il Samaritano» e «Libera», che hanno in don Luigi Ciotti punto di riferimento a livello nazionale e in don Pino Demasi, Vicario Episcopale della Diocesi Oppido Mamertina-Palmi e Parroco della Parrocchia Santa Marina, il Duomo di Polistena, quale referente per la Piana di Gioia Tauro. Il Vescovo Mons. Francesco Milito naturalmente non ha voluto mancare a questo importantissimo evento, a significare che la Chiesa è sempre in prima linea, soprattutto sul versante della Pace.
   E poi, una grande partecipazione di popolo. I polistenesi sono intervenuti in massa a questo appuntamento di Capodanno, a ribadire che la Città di Polistena, qui rappresentata dal sindaco Michele Tripodi e da tanti altri amministratori, è da sempre schierata in difesa dei valori veri della vita dell’uomo: pace, libertà, democrazia. Tra l’altro la Marcia della Pace di Polistena coincide con la Giornata Mondiale della Pace, istituita da Papa Paolo VI nel 1967, con la prima celebrazione il giorno di Capodanno 1968.
   La marcia-fiaccolata è iniziata subito dopo la concelebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo Milito nella chiesa Matrice, si è snodata lungo le vie principali della città ed è approdata in piazza della Repubblica, dove è avvenuta la celebrazione ufficiale. Vi hanno partecipato, diversi sindaci della Piana, i giovani dell’Agesci, dell’Azione Cattolica, della cooperativa «Valle del Marro», di «Libera» e di altre associazioni del territorio.
   Dopo gli interventi di don Pino Demasi e del Vescovo Francesco Milito, hanno portato la propria testimonianza don Ennio Stamile, parroco di Cetraro che ha subìto diverse intimidazioni mafiose per il suo impegno civile e sociale (il suo intervento, forte, appassionato, molto sentito, sulla necessità di ...«smantellare la dittatura del relativismo, e la 'ndrangheta fa parte di questa dittatura...» potete ascoltarlo nel video qui sotto), e Jean-René Bilongo, responsabile nazionale Immigrati della Flai-Cgil, che si è soffermato in particolare a stigmatizzare la cruda e amara realtà delle condizioni dei migranti nella tendopoli di San Ferdinando (Il suo efficace intervento è sempre nel video). Significativa, infatti, è stata la partecipazione alla Marcia di numerosi migranti africani che lavorano in condizioni molto precarie, molto spesso sfruttati cinicamente, nella Piana di Gioia Tauro.
(Pubblicato l'1 gennaio 2013)

   Nelle foto - Sotto il titolo: i migranti africani portano la bandiera della pace e, a destra, il Vescovo Mons. Francesco Milito con alle spalle don Pino Demasi. Qui sotto: Jean-René Bilongo, responsabile nazionale Immigrati della Flai-Cgil durante il suo intervento sul palco in piazza della Repubblica.


GUARDA I VIDEO
 

La fiaccolata, gli interventi

Photogallery


Guarda il nostro Canale-Video Clicca MrTonicond's Channel


© 2013 Toni Condello - www.ilgiornaledellapianadigioiatauro.it - Mail: tonicond@alice.it

L'utilizzo dei contenuti di questo Sito è consentito solo per uso personale, senza comunque modificare, in tutto o in parte, i contenuti stessi.
Sono pertanto vietate riproduzione e divulgazione per scopi diversi senza preventiva autorizzazione.