Cerca
nel Sito

Loading
 

 
Gioia Tauro - Grande soddisfazione del presidente Martino Serpico, impegnato assieme
ai volontari nella salvaguardia della salute dei cittadini e in particolare dei bambini
Nei giorni scorsi un altro apparecchio salvavita consegnato all'Istituto gioiese «Severi-Guerrisi»
Dal Comitato locale della Croce Rossa
due defibrillatori in dono
a due scuole di Gioia Tauro e San Ferdinando
l presidente del Comitato locale di Croce Rossa di Gioia Tauro, Martino Serpico, informa, con soddisfazione, che, grazie all'attività instancabile dei propri volontari, è riuscito ad avere altri due defibrillatori disponibili su scala nazionale, nell'ambito della campagna Trenta ore per la vita 2012 "Per salvare una vita non servono super eroi". Serpico ha già avuto notizia ufficiale dell'assegnazione delle apparecchiature, che verranno installate a cura e spese della ditta fornitrice. Il primo verrà collocato presso il plesso scolastico scuola elementare primaria “Paolo VI” di Gioia Tauro ed il secondo presso la scuola materna “M. Vizzone” di San Ferdinando. Il presidente Serpico provvederà a contattare rispettivamente il dirigente scolastico prof. Vincenzo La Valva ed il prof. Ugo Neri, per organizzare al più presto il corso di formazione per esecutori BLSD (Basic Life Support - Defibrillation) che i dirigenti stessi indicheranno tra il personale docente.
   L'esito di questa riuscitissima campagna, con la quale i volontari gioiesi hanno bissato il successo di qualche settimana fa, in cui erano riusciti ad ottenere uno dei soli apparecchi
destinati all'intera Regione Calabria, e destinato all’Istituto Tecnico “Severi-Guerrisi” di Gioia Tauro, è motivo di orgoglio per il Comitato CRI della città pianigiana e, al tempo stesso, è un segno evidente di una sempre maggiore presa di coscienza della gente rispetto all'importanza vitale di un soccorso tempestivo, solerte e "competente", capace sovente di prevenire il rischio di morte. Infatti non tutti sanno che l'utilizzo, entro pochissimi minuti, di un defibrillatore semiautomatico esterno (DAE), utilizzabile anche da personale non sanitario opportunamente formato, può salvare la vita alla persona colpita da arresto cardiaco.
   La campagna di sensibilizzazione svolta in modo tenace e capillare dai volontari CRI gioiesi, ai quali Serpico rinnova il suo sincero apprezzamento, sta dando, quindi, buoni frutti. Il presidente, che si mostra fiducioso sulla possibilità di organizzare anche per l’anno 2013 un campagna di sensibilizzazione, in modo tale da riuscire a dotare le strutture sportive ricadenti nel proprio territorio di competenza del prezioso defibrillatore semiautomatico esterno, al fine di salvaguardare il diritto alla salute delle persone e, più in generale, di garantire una migliore qualità di vita della popolazione.
(Pubblicato l'1 marzo 2013)

Guarda il nostro Canale-Video Clicca MrTonicond's Channel


© 2013 Toni Condello - www.ilgiornaledellapianadigioiatauro.it - Mail: tonicond@alice.it

L'utilizzo dei contenuti di questo Sito è consentito solo per uso personale, senza comunque modificare, in tutto o in parte, i contenuti stessi.
Sono pertanto vietate riproduzione e divulgazione per scopi diversi senza preventiva autorizzazione.