Taurianova - Nel giorno in cui si ricorda la Shoah, lo sterminio di 6 milioni di Ebrei
nei lager nazisti, le scuole elementari, medie e superiori unite in una grande manifestazione
27 gennaio 2012, Giorno della Memoria:
gli studenti, i giovani, non dimenticano

di Isabella Surace


n occasione della Giornata della Memoria, venerdi 27 presso l’auditorium dell’Istituto Superiore d’Istruzione «Gemelli Careri» di Taurianova, si è svolta una grande manifestazione per ricordare la «Shoah», lo sterminio di sei milioni di Ebrei nei lager nazisti. Sono state coinvolte tutte le scuole cittadine, elementari, medie e superiori. Ha fatto gli «onori di casa» il professor Giuseppe Antonio Loprete dirigente scolastico del «Gemelli Careri». Erano presenti la professoressa Maria Aurora Placanica dirigente del 1° Circolo «A. Monteleone», alcune insegnanti del 2° Circolo «Francesco Sofia Alessio», il professore Teodoro Loiacono dirigente della scuola Media statale «Natale Contestabile». La professoressa Lucia Ferrara per l’Associazione culturale taurianovese «Nuova Aracne». Il sindaco Romeo ha portato il saluto dell’amministrazione comunale. È intervenuto il dottor Giulio Ierace, che ha offerto un contributo di toccante testimonianza attraverso diapositive significanti la vicenda personale del proprio genitore, internato militare nei campi di  concentramento di Biala Podlaska in Polonia e di Sandbostel in Germania. Con grande commozione ha raccontato la crudeltà dei tedeschi e le terribili umiliazioni inflitte al padre, ufficiale, assieme agli altri militari italiani, internati nei campi di concentramento nazisti perché non accettarono di aderire all’idea «repubblichina» dell’Italia Repubblicana Fascista. I dirigenti scolastici hanno evidenziato i tratti fondamentali di questa pagina funesta che ha avuto principio con le leggi razziali adottate dalla Germania nazista e, in Italia, da Mussolini.
   Apprezzabili interventi si sono registrati da parte degli studenti e degli scolari, che hanno dimostrato con lucide riflessioni, intense coreografie e toccanti poesie tutte inerenti la «Shoah. I ragazzi hanno chiaramente manifestato il bisogno dell’umanità che necessita di un processo di integrazione di razze, religioni e culture per superare i deleteri confini delle diversità. La conclusione della manifestazione ci porta ad un'unica espressione, «Non dimenticare mai», perché la memoria aiuta a scongiurare che si possa ripetere un altro olocausto. «Questo impegno rappresenta il miglior antidoto a quei rigurgiti di negazionismo e antisemitismo, di intolleranza e di violenza che, per quanto marginali, sono da stroncare sul nascere», ha detto infatti il presidente Napolitano nella celebrazione al Quirinale della Giornata della Memoria.
   La Giornata della Memoria del «Gemelli Careri» si è conclusa in musica, con le splendide esibizioni dei Cori del «Gemelli Careri», della Media «Contestabile» e dei «Pueri Cantores», coordinati e diretti dal M° Mariafrancesca Esposito. Diletta Manule, della Scuola Media «Contestabile», plesso «Pascoli», con la sua splendida voce ha cantato in inglese «Life is beautiful that way», colonna sonora di Nicola Piovani dello stupendo film Premio Oscar 1997 «La vita è bella» di Roberto Benigni. Il coro degli studenti dell’Istituto Superiore «Gemelli Careri», formato da 57 studenti, ha cantato il brano «Ami Ma’amin», in ebraico, con la bella voce tenorile solista di Gaetano Vicari: un canto ebraico sulla venuta del Messia, che era anche il «canto finale», il «Niggun», che gli Ebrei deportati nei lager nazisti intonavano mentre venivano portati nelle camere a gas. Anche se in apparenza questo brano poteva sembrare un canto tragicamente mortale, in realtà è un messaggio di speranza, perché nel testo la frase più ricorrente è «Io credo nella venuta del Messia». Il coro della scuola Media «Natale Contestabile» formato da 25 elementi ha interpretato il canto «Tumbalalaika», in lingua Yiddish, con le voci soliste di Sebastiano Crudo, Chiara Scarfò, Diletta Manule, ed Elisa Perri, brano della colonna sonora del film «Prendimi l’anima» del 2002 di Roberto Faenza. Il terzo brano «Gam gam gam», pure in lingua Yiddish, è stato cantato dai 18 componenti del coro di voci bianche dei «Pueri Cantores» del M° Mariafrancesca Esposito.
   Al termine della manifestazione al dottor Giulio Ierace è stato consegnato un Attestato per il suo incisivo intervento, con questa motivazione: «Per l’alto valore morale e civile della memoria storica dei drammatici eventi dell’internamento del padre Francesco nei Lager nazisti, luoghi di orrore e di disumanizzazione. La ricostruzione memorialistica, fortemente interiorizzata con amore filiale, mentre evidenzia la crudele detenzione dei deportati, illumina il ricordo dei profondi sentimenti umani che salvano l’uomo pur nella quotidianità della sofferenza nei Lager nazisti. La memoria è un dovere: si rischierebbe, infatti, di interrompere o, ancor peggio, di smarrire il filo che lega gli eventi della storia. E questo non deve avvenire. Chi testimonia, tiene in mano questo filo: alimenta e incentiva, con la sua missione, l’interesse dei giovani per un periodo storico del Novecento che potrebbe venir meno con la morte dei sopravvissuti». Al dottor Ierace è stato consegnato un altro Attestato «Ad Memoriam» per il padre, il professor Francesco Ierace, con questa motivazione: «Per aver mantenuto saldi e incrollabili i valori di libertà e coerenza con tutto il suo trascorso umano, sociale e politico. Tali valori continuano a concretizzarsi anche al ritorno nel suo luogo natio, attraverso l’impegno di primo cittadino e il quotidiano servizio per il bene della comunità, come docente di lettere e come Presidente dell’Associazione nazionale dei reduci e degli invalidi di guerra».

Photogallery (clicca sulle foto per ingrandirle)


GUARDA IL VIDEO
(In HD e a schermo intero cliccando sulle 4 freccine in basso a destra del player)
 
   

27 gennaio 2012, Giorno della Memoria

 

Life is beautiful that way

 
      

Gam gam gam

Tumbalalaika

Ani Ma'amin

 

Guarda il nostro Canale-Video

Clicca MrTonicond's Channel


© 2012 Toni Condello - www.ilgiornaledellapianadigioiatauro.it - Mail: tonicond@alice.it

L'utilizzo dei contenuti di questo Sito è consentito solo per uso personale, senza comunque modificare, in tutto o in parte, i contenuti stessi.
Sono pertanto vietate riproduzione e divulgazione per scopi diversi senza preventiva autorizzazione.