Taureana di Palmi - Dalla Parrocchia San Fantino la cerimonia,
seguita da migliaia di fedeli e turisti, si è poi spostata a Pietrenere e alla Tonnara
Festa della Madonna dell'Alto Mare
con la suggestiva processione a mare
dallo «Scoglio dell'Isola» all'«Ulivarella»
 
sicuramente una delle più suggestive e partecipate cerimonie religiose della Piana di Gioia Tauro. Ed è anche un rito di grande fede e devozione verso la Madre di Dio e, insieme, verso San Fantino, il più antico Santo della Calabria. È la Madonna dell'Alto Mare, anzi, Maria SS. dell'Alto Mare, che è venerata nella Parrocchia di San Fantino, nell'antica, e per molti versi mitica, Taureana, contrada di Palmi. Che è indissolubilmente legata alle altre due frazioni palmesi a vocazione marinara Pietrenere e Tonnara. È appunto in questi tre borghi che si sviluppa una delle più tradizionali feste religiose legate al mare, con una imponente processione in mare che inizia allo «Scoglio dell'Isola» di Pietrenere e si conclude allo «Scoglio dell'Ulivarella» della Tonnara (sulla sommità del quale è stato recentemente reimpiantato un alberello di ulivo, dopo che già da anni l'«originale» si era appassito) tra un tripudio di folla, in cui ai fedeli si mescolano i moltissimi turisti che in questo periodo affollano i Lidi di Palmi. La cerimonia ha inizio ovviamente alla Parrocchia San Fantino di Taureana, del quale si è recentemente celebrata la festa cittadina, con la bella statua di Maria SS. dell'Alto Mare portata a spalla alternativamente dai portatori (i «mbuttaturi») del «comitato festeggiamenti di Maria Santissima dell'Alto Mare» della Parrocchia, del Comitato di Quartiere Pietrenere e dei marinai in una suggestiva processione guidata dal parroco di San Fantino, l'attivissimo don Vittorio Castagna, e dal sindaco di Palmi Giovanni Barone. La processione si snoda attraverso un lungo sentiero in mezzo alla macchia mediterranea che scende da Taureana al mare, quindi attraversa la spiaggia tra nugoli di bagnanti e giunge allo «Scoglio dell'Ulivo» dove la statua della Madonna viene issata su un barcone di pescatori che la porterà fino all'«Ulivarella», seguita da decine di imbarcazioni. Sbarco anche qui in mezzo ai bagnanti e proseguimento della processione verso la chiesa di San Fantino, con alcune soste lungo il tragitto. L'ultima sosta è alla rotonda stradale della Tonnara, dove i marinai che portano in spalla fanno un giro di corsa della rotonda stessa, tra il tripudio dei fedeli. (T.C.)

E la Madonna e San Fantino sconfissero i Saraceni
econdo il vescovo della Diocesi di Tauriana Pietro (813 d.C.), che realizzò una biografia della vita di San Fantino, tra i miracoli avvenuti per intercessione del santo vi fu quello della sua apparizione, insieme alla Madonna, su uno scoglio immerso nel mare nei pressi di Tauriana. Tale scoglio corrisponde all'attuale «Scoglio dell'Isola» di Pietrenere. Il vescovo narrò che, mentre veniva festeggiata la memoria del santo, gli abitanti di Tauriana videro arrivare delle navi saracene. Mentre l'esercito si preparava alla battaglia, molti taurianensi si recarono sulla tomba del santo per chiedere la sua protezione. Di lì a poco scoppiò una tempesta che fece naufragare le navi. I pochi saraceni che si salvarono, una volta arrestati, narrarono di aver visto sullo scoglio una donna vestita di porpora ed un giovane con i capelli al vento e con in mano un tizzone che, ad un cenno della donna, lanciò in mare lo stesso tizzone facendo scoppiare una tempesta. La gente riconobbe in quella donna la Madre di Dio e nel giovane San Fantino. Da questo prodigio, databile intorno al 560 d.C., nacque a Tauriana il culto verso la Madonna, appellata con il titolo di «Maria SS.ma dall’Alto Mare». Per ricordare il prodigio, il 24 luglio 2010, l’effige della Madonna è stata incoronata con un diadema realizzato interamente in oro e benedetto da Papa Benedetto XVI il 26 maggio 2010. (Da Wikipedia, Libera Enciclopedia)


SlidesShow


GUARDA IL VIDEO
(A schermo intero cliccando sulle 4 freccine in basso a destra del player)
 
 

Guarda il nostro Canale-Video Clicca MrTonicond's Channel


© 2012 Toni Condello - www.ilgiornaledellapianadigioiatauro.it - Mail: tonicond@alice.it

L'utilizzo dei contenuti di questo Sito è consentito solo per uso personale, senza comunque modificare, in tutto o in parte, i contenuti stessi.
Sono pertanto vietate riproduzione e divulgazione per scopi diversi senza preventiva autorizzazione.