Gioia Tauro - Il reportage di Giuseppe Vizzari occasione di dibattito sui lavoratori-migranti
e sulle loro condizioni sociali alla luce dei noti fatti di Rosarno assurti a notorietà internazionale
L'evento organizzato dall'Auser Territoriale con la Cgil Comprensorio Piana di Gioia Tauro
«Rosarno... bisogna andare»: un libro
e una mostra fotografica
sulla «rivolta delle arance» del 2010
  
Associazione di Volontariato “Auser” Territoriale di Gioia Tauro in collaborazione con la Cgil del comprensorio della Piana di Gioia Tauro e la casa editrice Città del Sole Edizioni di Reggio Calabria - con il contributo della Flai-Cgil Piana di Gioia Tauro e la Cgil Calabria - ha organizzato una Mostra fotografica itinerante tratta dal libro “Rosarno… bisogna andare” di Giuseppe Vizzari, che è stata inaugurata sabato 10 marzo presso il Salone Cgil “Nino Gullo”, di via Bellini a Gioia Tauro. L’evento, fortemente voluto da Auser e Cgil, nasce dalla volontà di soffermarci a riflettere sul tema dell’immigrazione, alla luce dei fatti di Rosarno del gennaio 2010, consapevoli che l’importanza di tale tematica è, senza alcun dubbio, trasversale, in quanto contempla in sé il tema della dignità del lavoro, dello sviluppo del nostro territorio e del rispetto dei diritti umani. Per ribadire, dunque, con forza, a distanza di due anni da quei tragici fatti, la centralità della vicenda umana dei ragazzi di Rosarno, che si intreccia con le drammatiche realtà sociali della nostra terra; per guardare con occhio attento e critico al contesto che ha prodotto la rivolta degli africani; per rilanciare l’idea di un dialogo costruttivo e di un rapporto fondato sulla solidarietà, la cooperazione, il rispetto reciproco, nell’interesse unico e condiviso insito in diritti inalienabili, come il diritto al lavoro e il diritto a vivere una vita dignitosa; certi, infine, che dalla sinergia di uomini di nazionalità e culture diverse possa solo emergere un reciproco arricchimento, una spinta allo sviluppo della nostra terra.
   Il reportage fotografico di Giuseppe Vizzari, che ha immortalato, nei suoi scatti, la giornata del 9 gennaio 2010, ossia il giorno della partenza dei lavoratori africani da Rosarno (una delle foto contenute nel libro ha vinto il secondo premio al prestigioso concorso nazionale del National Geographic Italia nella categoria "Persone"), racconta, appunto, per immagini quel triste momento, che lascia un messaggio molto forte sul tema del rispetto degli esseri umani e della tolleranza a cui deve essere ispirata ogni convivenza. Prende spunto, dunque, proprio da questi meravigliosi scatti, la volontà di dare vita ad un momento riflessione, per certi aspetti sicuramente inedito, ma che, è molto più eloquente di tante parole e di tante teorie. Ripartire da questi scatti, da quei momenti, rappresenta, in sostanza, l’intento di guardare a quei fatti da un’altra prospettiva, di guardare, finalmente, un essere umano con gli occhi di un essere umano.
   Parallelamente alla mostra si è tenuto un incontro sugli stessi temi focalizzati dal reportage di Giuseppe Vizzari, con interventi di Mimma Sprizzi, presidente Auser territoriale di Gioia Tauro; Renato Fida, segretario Flai-Cgil Piana di Gioia Tauro; Antonino Calogero, segretario generale Cgil Comprensorio di Gioia Tauro; Claudia Carlino della segreteria regionale Cgil Calabria e l’autore del libro Giuseppe Vizzari.
   La mostra resterà aperta al pubblico fino a domani, venerdì 16 marzo, mentre, nei prossimi mesi, farà tappa, nei vari circoli Auser presenti sul territorio pianigiano.
 

Guarda il nostro Canale-Video

Clicca MrTonicond's Channel


© 2012 Toni Condello - www.ilgiornaledellapianadigioiatauro.it - Mail: tonicond@alice.it

L'utilizzo dei contenuti di questo Sito è consentito solo per uso personale, senza comunque modificare, in tutto o in parte, i contenuti stessi.
Sono pertanto vietate riproduzione e divulgazione per scopi diversi senza preventiva autorizzazione.