L'esposizione in Sala Fallara comprende una serie di anfore e ancore antiche
Gioia Tauro, in mostra i reperti
dell'antica Metauros. E ad aprile
si parte con la Cittadella della Cultura
 
  

l comune di Gioia Tauro, con il Ministero per i Beni e le Attivitą Culturali - Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria - e il Comune di Monasterace, ha promosso e organizzato una mostra archeologica di ancore ed anfore antiche, che č stata allestita nei locali di Palazzo Fallara. L'inaugurazione della mostra č stata preceduta dal convegno "Parliamo di ancore", che ha avuto luogo il 18 febbraio 2012, alle ore 12 presso lo stesso Palazzo Fallara e al quale sono intervenuti: la soprindendente per i Beni Archeologici dott.ssa Simonetta Bonomi, l'assessore provinciale alla cultura dott. Edoardo Lamberti Castronuovo, il dott. Claudio Sabbione, gią responsabile dell'area archeologica di Matauros, la dott.ssa Maria Teresa Iannelli,direttrice del Museo di Monasterace e la presidente della Fai (zona archeologica della Locride e della Piana). Il sindaco di Gioia Tauro Renato Bellofiore, dopo aver lodato l'iniziativa del convegno e dell'esposizione dei reperti storici, ha detto che l'intento dell'Amministrazione Comunale č quello di creare una cittadella della cultura, e con la prossima apertura del Museo a Palazzo Baldari, "ci stiamo riuscendo". La soprintendente Simonetta Bonomi ha sottolineato che con la prossima apertura del Museo, tutti i reperti antichi, rinvenuti nel suolo gioiese (Necropoli di Matauros), "ritornano a casa". Molto importante č stato l'intervento dell'assessore provinciale alla cultura Edoardo Lamberti Castronuovo che ha garantito il suo appoggio per l'apertura del Museo, anzi ha dato una data: aprile 2012.

Vittorio Savoia

 

Photogallery (clicca sulle foto per ingrandirle)
 

Guarda il nostro Canale-Video

Clicca MrTonicond's Channel


© 2012 Toni Condello - www.ilgiornaledellapianadigioiatauro.it - Mail: tonicond@alice.it

L'utilizzo dei contenuti di questo Sito č consentito solo per uso personale, senza comunque modificare, in tutto o in parte, i contenuti stessi.
Sono pertanto vietate riproduzione e divulgazione per scopi diversi senza preventiva autorizzazione.