Torna alla HOME PAGE 

Sarà restaurato e adibito a Centro di accoglienza turistica e Pinacoteca. Il costo
è stimato intorno ai 350mila euro. Termine previsto dei lavori: febbraio 2011

el palazzo municipale di Terranova Sappo Minulio si è svolto nei giorni scorsi l'incontro per la
presentazione del «Progetto esecutivo per la riqualificazione e riuso del Palazzo Pigneri-Ferrari da
adibire ad ospitalità diffusa nel centro storico, Centro di accoglienza turistica e Pinacoteca». Il primo
cittadino Salvatore Foti, supportato dal progettista Massimo Cascimo, ha illustrato ai presenti le linee
guida del progetto, che verrà a costare 344.400 euro. La progettazione riguarda il Palazzo Pigneri-
Ferrari, risalente ai primi del Novecento, che si trova sulla via Roma, in un contesto urbano che
coincide con la parte di centro storico interessata ad un percorso ideale storico-culturale della città di
Terranova Sappo Minulio. Proprio in virtù di questo, l'Amministrazione comunale, ha predisposto i
lavori di restauro e risanamento conservativo del palazzo, che una volta ultimato verrà adibito a
Pinacoteca ed alloggi per dare ospitalità turistica.
Nello specifico, come ha spiegato il sindaco Foti, «verrà allestita una “piazza virtuale”, predisposta
principalmente come spazio espositivo temporaneo ma anche per usi diversi, quali biblioteca,
ricevimenti, spettacoli vari, conferenze, convegni e mostre di scultura. Il piano superiore invece, sarà
adibito in parte a Pinacoteca, dove verranno perennemente ospitate le stampe settecentesche
dell'architetto Pompeo Schiantarelli e dell'incisore Zaballi, raffiguranti i danni causati dal terremoto del
1793, e in parte ospiterà due alloggi con annessi servizi, per rispondere alla domanda turistica che si
riscontra con il rientro degli emigrati provenienti anche dall'estero, in occasione di alcuni periodi
dell'anno, come maggio, in cui viene celebrato il Crocefisso. La riqualificazione dell'edilizia pubblica –
ha continuato poi l'architetto Cascimo – rappresenta una risposta costruttiva alla sempre più crescente
esigenza di disporre di idonee sedi deputate non solo alla rappresentanza ma soprattutto di servizi per
la cittadinanza residente e non. L'interesse che la via riveste nel contesto urbano e la presenza di
manufatti di particolare pregio architettonico ha imposto una politica di recupero e di rilettura in termini
moderni delle tracce del passato affinché le stesse non vengano cancellate ma conservate e
valorizzate. Gli interventi consistono in opere di risanamento conservativo delle parti ancora
recuperabili, ossia l'involucro esterno ed opere di demolizione programmata, come la muratura interna
e i solai, nonché di un idonea ricostruzione di parti strutturali dell'edificio con tecniche e materiali
consoni con le caratteristiche architettoniche del manufatto edilizio».

I lavori di ristrutturazione del palazzo cominceranno in questi giorni e dovrebbero terminare il
prossimo febbraio.
Nella Foto grande, il Municipio di Terranova Sappo Minulio; nel tondo, il sindaco Salvatore Foti.

©2010 Toni Condello - TauriaMia-Il Giornale della Piana di Gioia Tauro online - L'utilizzo dei contenuti di questo Sito è consentito solo
per uso personale. Sono pertanto vietate riproduzione e divulgazione per scopi diversi senza preventiva autorizzazione.